OM System OM-5: arriva la fotografia computazionale sulla Micro Quattro Terzi da 20 megapixel

da Hardware Upgrade :

OM Digital Solutions, la
realt nata sulle ceneri di Olympus
, ha annunciato la nuova
fotocamera Micro Quattro Terzi OM SYSTEM OM-5 che unisce la
compattezza ad una serie di caratteristiche tecnologiche di primo piano, a
tutto vantaggio della versatilit d’impiego, recuperando per numerosi
elementi dalla precedente E-M5 III.

OM-5 racchiude, in un corpo macchina di 125,3 x 85,2 x 49,7 mm (LxAxP) e
366 grammi di peso (solo corpo), un sensore Live MOS da 20,37 milioni
di pixel
stabilizzato su cinque assi che permettono di recuperare
fino a 6,5 stop nelle condizioni di luce che impongono tempi di scatto
elevati e a rischio “mosso”.

La nuova macchina fotografica di OM Digital Solutions pensata per
l’impiego in ambienti e climi non amichevoli: il sistema di guarnizioni
utilizzato su OM-5 la rende resistente a polvere e acqua in accordo con lo
standard IP53 ed offre inoltre una resistenza alle basse
temperature fino a -10C. OM-5 poi dotata del filtro SSWF (Supersonic
Wave Filter) allo scopo di ridurre i possibili problemi causati dallo
sporco e dalla polvere che si depositano sul sensore al cambio delle
ottiche.

Sotto la scocca si trova il processore TruePic IX che oltre alla
gestione ed elaborazione dell’immagine si occupa inoltre delle
funzionalit di fotografia computazionale, la vera novit di questo
prodotto, di cui parleremo meglio poco oltre. OM-5 equipaggiata con
sensore AF a rilevamento del contrasto con 121 punti a croce. Si segnala,
sempre nell’ambito della messa a fuoco, la funzione Starry SKY AF che
permette di ottenere una messa a fuoco automatica ad elevata precisione
per le attivit di astrofotografia.

Dicevamo delle funzioni di fotografia computazionale: la OM-5 mette a
disposizione le modalit High-Res Shot, che unisce pi scatti per
realizzare una singola immagine da 50 Megapixel, Live ND, per
ottenere gli effetti dei tempi di scatto prolungati come se si utilizzasse
un filtro ND fino a ND16, Pro Capture, per avviare la
registrazione dei fotogrammi precedenti (fino a 14) alla pressione
completa del pulsante di scatto, Focus Stacking, per sovrapporre
fino a 8 scatti ed espandere la profondit di campo, Live Composite,
che automatizza le operazioni di esposizione in condizioni di luce
difficile, e infine la compensazione dell’effetto trapezio per simulare la
resa di un obiettivo decentrabile.

Per quanto riguarda le prestazioni di scatto abbiamo una raffica di
10 fps in AF-C, e fino a 30 fps con otturatore elettronico.
Il tempo
di scatto pu invece arrivare fino a 1/8000 con l’otturatore meccanico. La
sensibilit ISO va da 200 a 25600, spingendosi in espansione fino a 64
ISO.

Sul fronte video si segnala l’ormai scontata possibilit di registrare in
4K senza limiti di tempo e il supporto ai video in formato verticale.
Troviamo anche il supporto a OM-Log per un pi ampio margine di manovra
nelle operazioni di color grading in post produzione.

La batteria in dotazione, il modello BLS-50, assicura fino a 310 scatti.

La disponibilit sul mercato di OM SYSTEM OM-5 prevista per fine
novembre
ad un prezzo non ancora comunicato ma che dovrebbe
collocarsi attorno ai 1300 euro.

Source link