OPPO Reno8 Pro 5G: design e batteria, due tratti distintivi di uno tra gli smartphone più belli del momento

da Hardware Upgrade :

OPPO ha presentato il nuovo Reno8 Pro 5G lo scorso mese di agosto a Parigi durante un evento internazionale che ha permesso di conoscere anche il fratello minore, OPPO Reno8, ma anche altri device come il tablet Pad Air e la nuova smartband OPPO Band 2. Una presentazione di spessore per una serie di smartphone che per la prima volta introducono la Neural Processing Unit MariSilicon X, vista finora solo su Find X5 Pro, anche nella serie Reno portando quest’ultima ad un livello ancora pi superiore per quanto riguarda il comparto fotografico che abbiamo potuto osservare nel dettaglio nella nostra recensione che trovate a questa pagina.

OPPO Reno8 Pro 5G un telefono solido, robusto e con qualit costruttive eccellenti.Possiede un design riconoscibile e quanto mai originale, il processore seppur non Snapdragon sa il fatto suo e il comparto fotografico permette scatti meritevoli. Ancora una volta OPPO indovina la sua strategia e ci propone uno smartphone degno di nota seppur non vero top di gamma.

Difficile oggi riuscire a distinguersi dalla massaperch, pi o meno, tutti i brand importanti sono bravi nel realizzare smartphone di qualit, belli da vedere e soprattutto potenti da usare. Ecco allora che servono peculiarit che permettano al device, e di conseguenza al brand, di emergere. OPPO sa bene come fare e conil nuovo Reno8 Pro 5G ha deciso di puntare su di una base solidaper ottenere uno smartphone che sa farsi vedere con una scocca particolare in vetro e alluminio che racchiude il comparto fotografico ed una batteria innovativa, in un tutt’uno con il corpo del device.

OPPO Reno8 Pro 5G: un design unico da cui prendere spunto

Dall’introduzione della Reno Series nel 2019, OPPO, tra le aziende leader al mondo nel settore degli smart device, ha sempre cercato di offrire agli utenti un’esperienza rinnovata nel design e nei colori. I design classici, come la fotocamera a comparsa e la scocca posteriore simmetrica di OPPO Reno 10x Zoom, dimostrano l’ingegnosa creativit dei designer di OPPO nella ricerca di un equilibrio tra forma e funzionalit. Oltre a questi innovativi design, l’esclusivo processo OPPO Glow ha portato combinazioni di colori da sogno alla serie Reno, generazione dopo generazione, portando a un miglioramento continuo nei processi e nei risultati.

E sappiamo bene come il designdi uno smartphone, oggi, forse una delle prerogative che in alcuni utenti portano a scegliere un brand piuttosto che un’altro. L’aspetto estetico sicuramente la ‘’carta d’identit’’ di un device che non fa altro che rimandare indirettamente al brand. Oggi giorno non facile innovare lato estetico uno smartphone perch si deve sottostare ad alcuni vincoli hardware come le fotocamere sempre pi importanti in termini dimensionali.

Questa volta, la nuova Reno8 Series porta avanti le caratteristiche iconiche della serie Reno, rinnovandosi per con un nuovissimo design unibody aerodinamico e una finitura di colore premium, che ancora una volta innalzano gli standard del settore in termini di estetica e design. In questo caso ecco che dopo aver osservato da vicino come gli utenti interagiscono con i loro smartphone, i progettisti di Reno hanno deciso di concentrarsi su un concetto chiave: creare un dispositivo “senza peso” incentrato su un design unibody aerodinamico. Questo design stato messo a punto oltre 100 volte ed stato sottoposto a pi di 400 giorni di Ricerca e Sviluppo.

Nella maggior parte degli smartphone l’uso di back cover in vetro comporta l’uso di materiale separato per il comparto fotografico e la sua area. Chiaramente tutto questo soggetto all’accumulo di polvere intorno alla giunzione tra i due materiali, oltre a presentare una brusca transizione che risulta non sempre bella da vedere per gli utenti ma anche non comoda. I designer di OPPO hanno dunque cercato di esplorare l’interazione tra il modulo della fotocamera e la scocca posteriore circostante, optando per un’altra modalit di progettazione dell’area del modulo della fotocamera, al fine di rafforzare l’unibody aerodinamico, migliorandone l’ergonomia e la facilit d’uso. Ecco allora uno smartphone costruito con una scocca posteriore unica in vetro che permette di avere un design monoblocco e omogeneo che rende lo smartphone pi comodo e senza dubbio uno tra i pi belli del momento.

Per creare un’integrazione omogenea tra il modulo dell’obiettivo e il resto della copertura in vetro, OPPO ha dovuto pensare di forgiare un singolo pezzo di Gorilla Glass utilizzando un processo a caldo con una temperatura che raggiunge gli 800 e una pressione di 120kg. Questa temperatura elevata consente di incorporare nel vetro una forma ad arco omogena e sottile, mantenendo preciso il punto di passaggio. Il vetro stesso viene modellato utilizzando uno stampo che viene sottoposto a un processo di lucidatura in tre fasi, prima di iniziare la forgiatura per renderlo liscio e senza irregolarit. Successivamente vengono eseguite altre otto fasi di lucidatura su scala nanometrica direttamente sul vetro.

“L’idea far sembrare che il modulo della fotocamera galleggi sull’acqua, come se le increspature sulla superficie si fossero solidificate mentre lo smartphone sta per emergere dallo specchio d’acqua, ma ancora intrinsecamente connesso ad esso”, ha spiegato un designer di Reno8 Pro.

Davvero un design unico e mai visto prima a cui si aggiunge anche un comparto fotografico che prende ispirazione dalle classiche fotocamere cinematografiche. I progettisti di OPPO, infatti, hanno ridisegnato i due obiettivi della fotocamera principale e i flash, evidenziando le potenti caratteristiche del comparto fotografico di Reno8 Series. I due flash sono stati progettati in forma circolare per creare un Ring Flash design in grado di fornire un’ampia luce quando la fotocamera in uso.

OPPO Reno8 Pro 5G: l’innovativa batteria da lunga durata

Sull’autonomia OPPO Reno8 Pro propone una batteria da 4.500 mAh. Un numero che permette allo smartphone di avere risultati di tutto rispetto per il comparto tecnico in possesso ma che soprattutto garantisce all’utente di usare lo smartphone per ogni sua attivit senza risparmi energetici e soprattutto con innovazione a livello di ”salute” della batteria. S, perch da ricerche mondiali si scoperto che la maggior parte degli utenti cambia il proprio smartphone ogni 2 o 3 anni a causa del cattivo stato di salute della batteria. Quest’ultima infatti dopo le ricariche quotidiane tende ad esaurirsi e dunque a scaricarsi velocemente o addirittura a non funzionare pi.

E proprio nei laboratori di ricerca SUPERVOOC di OPPO stato riscontrato che addirittura dopo un solo anno di utilizzo, la maggior parte delle batterie degli smartphone posseggono appena il 90% della loro capacit originale che addirittura di assottiglia all’80% dopo un ulteriore anno di utilizzo. In questo caso dunque si passa dalle classiche 24 ore di carica completa per uno smartphone nuovo medio gamma a sole 19 ore dopo due anni di utilizzo.

Come rimediare a questo problema? Secondo OPPO non deve essere l’utente a preoccuparsi di ricaricare al massimo fino all’80% per non scaricare poi il device al di sotto del 20%, secondo la regola del 20:80 che tutti conoscono. In questo caso necessario che sia il brand a realizzare batterie o algoritmi che permettano all’utente di usare lo smartphone in modo completo. Ecco allora la motivazione dei tre anni di ricerche sulle batterie al litio che ha portato ad ottimizzare la salute della batteria a livello proprio di sistema con l’OPPO Battery Health Engine (BHE). In questo caso infatti sappiate che l’OPPO BHE permette di mantenere una batteria a oltre l’80% della sua capacit originale anche dopo ben 1.600 cicli di ricarica. Questo significa pi o meno fino a 4 anni di uso della batteria scaricata ogni giorno una sola volta. Un record visto che nessuno finora ha fatto di meglio.

Sappiamo che all’interno di una batteria, gli ioni di litio si spostano dall’elettrodo positivo a quello negativo quando la batteria in carica, attraverso un processo noto come conduzione elettrolitica. Quando la batteria si scarica, si verifica il processo opposto. La quantit di carica in grado di spostarsi tra gli elettrodi durante uno di questi processi dipende dalla quantit di ioni di litio attivi presenti nella batteria. Purtroppo per le batterie agli ioni di litio, possibile che gli ioni di litio attivi diventino inattivi o “morti”, se sottoposti a corrente eccessiva o a sovraccarico. Quando ci accade, l’accumulo di ioni di litio morti porta a una diminuzione della capacit della batteria. La soluzione per evitare la morte del litio e preservare la capacit della batteria sarebbe quella di evitare il sovraccarico controllando la corrente e la tensione di carica entro un intervallo appropriato.

OPPO ha dunque sviluppato un modello di batteria in grado di misurare il potenziale dell’elettrodo negativo in tempo reale. Grazie a queste misurazioni, OPPO in grado di controllare con precisione parametri quali la velocit di carica e la temperatura della batteria per offrire il miglior equilibrio tra prestazioni e longevit. Questo innovativo modello di batteria, denominato Smart Battery Health Algorithm, una delle due tecnologie che compongono OPPO BHE.

Non solo perch c’ anche un’ulteriore innovazione rivoluzionaria di OPPO BHE che riguarda la tecnologia Battery Healing, che aiuta a preservare la durata della batteria alterandone la chimica interna. Quando le batterie agli ioni di litio si caricano e scaricano, la disgregazione dei composti elettrolitici sotto il potenziale elettrico provoca la formazione di un sottile strato noto come interfase elettrolitica solida (SEI), essenziale per il funzionamento, dove agisce come una pellicola protettiva che migliora le prestazioni degli elettrodi e impedisce che vengano danneggiati dalle molecole dell’elettrolita. La tecnologia Battery Healing di OPPO migliora ulteriormente le prestazioni degli elettrodi e aiuta a mantenere la SEI in uno stato pi stabile, duraturo e ottimale, migliorando la durata della batteria grazie alla riduzione dei danni che le continue cariche e scariche causano agli elettrodi.

E ricordiamo anche che su OPPO Reno8 Pro 5G c’ anche la tecnologia di ricarica SUPERVOOC da 80 W, che da una marcia in pi allo smartphone soprattutto quando siete in giro per viaggi o per lavoro. Con questa versione di SUPERVOOC avrete la possibilit di ricaricare lo smartphone del 50% in circa 10 minuti e raggiungere il 100% in circa 30 minuti.

Source link