Seleziona una pagina
giovedì, Feb 01

PayPal licenzia il 9% della forza lavoro: via 2500 dipendenti dalla società

da Hardware Upgrade :

In una lettera interna rivolta allo staff, PayPal ha comunicato martedì un taglio di 2500 posti di lavoro a livello globale. La misura, che equivale al licenziamento del 9% dell’intera forza lavoro, rientra in un più ampio piano di ridimensionamento volto a rendere PayPal una realtà più snella.

L’annuncio, comunicato da Bloomberg e firmato dal CEO Alex Chriss in carica dallo scorso settembre, motiva la drastica decisione con l’esigenza di “muoversi con la velocità necessaria per fornire ai clienti ciò di cui hanno bisogno” e per perseguire la crescita in un contesto competitivo sempre più agguerrito. Già lo scorso anno PayPal aveva annunciato un taglio graduale di circa 2 mila posizioni in tutto il mondo, assicurando pieno supporto e compensazioni generose.


PayPal, nuovi licenziamenti per l’azienda di pagamenti digitali

Con i nuovi tagli la società punta a snellire ulteriormente la propria struttura dei costi e organizzativa, ritenuta fonte di rallentamento. Al termine, la forza lavoro scenderà dagli attuali 30 mila addetti a circa 27 mila unità a livello globale. La mossa, per quanto dolorosa sul piano occupazionale, appare necessaria per rilanciare la competitività di PayPal in un settore, quello dei pagamenti digitali, diventato affollatissimo negli ultimi anni. Basti pensare all’ascesa di rivali del calibro di Apple Pay, in grado di erodere sensibili quote di mercato.

Inoltre, la redditività dell’azienda ha subito una brusca frenata nell’ultimo periodo, con margini in calo e una guidance rivista al ribasso più volte negli ultimi trimestri. Le azioni, di conseguenza, hanno perso oltre il 20% nel corso del 2023 e il ridimensionamento dell’azienda viene probabilmente visto come unica soluzione per la crescita. I licenziamenti riguarderanno prevalentmente posizioni vacanti, con i membri interessati che verranno contattati entro la fine della settimana.


Source link