Qualcomm a IFA 2022: intelligenza artificiale e realtà aumentata al centro | IFA 2022

da Hardware Upgrade :

L’IFA è tornata ad animare la fiera di Berlino nel 2022, sebbene a capacità ridotta rispetto al periodo pre-pandemico. Il keynote di apertura della fiera è stato tenuto da Cristiano Amon, CEO e presidente di Qualcomm, che ha parlato delle novità dell’azienda: al centro c’è Snapdragon, la piattaforma di Qualcomm che si sta espandendo per coprire sempre più ambiti e che ora include anche IA, grafica, realtà virtuale e aumentata, automobili e audio.

Qualcomm tra intelligenza artificiale e realtà aumentata

La presentazione di Amon (in foto, sopra) ha toccato diversi punti rilevanti, evidenziando come i processori Snapdragon continuino ad evolversi e ad offrire sempre maggiori prestazioni ed efficienza, ma i temi più significativi sono stati indubbiamente l’intelligenza artificiale e la realtà aumentata.

Amon ha fatto un’affermazione piuttosto forte, che però ben rende l’idea di quale cambiamento sia in atto al momento nel settore dei produttori di processori, affermando che Qualcomm è ora a tutti gli effetti un’azienda la cui offerta è basata sull’IA. Il senso di quest’affermazione è che Qualcomm sta scommettendo sempre di più sull’evoluzione dell’IA sia per quanto riguarda le applicazioni software, con molti compiti che sono svolti molto più efficacemente ed efficientemente dall’IA, sia per quanto riguarda invece l’hardware necessario a eseguire in maniera ottimizzata tali compiti.

Con il lancio di Qualcomm AI Stack, l’azienda diventa a tutti gli effetti un fornitore di soluzioni di intelligenza artificiale, dato che offre strumenti per sviluppatori e produttori di dispositivi per creare software che fa uso dell’IA. Amon ha rimarcato come il software sviluppato con Qualcomm AI Stack sia compatibile con qualunque dispositivo che sfrutti un processore Qualcomm: non solo, dunque, gli smartphone, ma anche i dispositivi indossabili, i computer e i visori per la realtà virtuale.

Quest’ultimo ambito è il secondo ad assumere una rilevanza particolare per Qualcomm, in particolare per via di una partnership di lungo corso che l’azienda ha annunciato con Meta. Come affermato da Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Meta che è intervenuto alla conferenza con un messaggio registrato, Qualcomm fornirà infatti a Meta processori creati appositamente sulla base della piattaforma Snapdragon XR. L’intento di entrambe le aziende è quello di creare dispositivi in grado di offrire maggiore potenza di calcolo ed esperienze sempre più coinvolgenti.

Molta attenzione è stata data anche all’aspetto della connettività, in particolare per quanto riguarda il WiFi 7: il nuovo standard, che inizierà a diffondersi probabilmente verso la fine dell’anno prossimo, offre velocità e area di copertura molto superiori rispetto alle versioni precedenti, arrivando fino a 5,8 Gbps e con una latenza ridotta del 50%. Amon ha rimarcato come anche in questo caso l’uso dell’IA è fondamentale per modificare in tempo reale le impostazioni delle connessioni WiFi in modo da evitare interferenze e offrire sempre le migliori prestazioni.

Un ultimo settore cui è stata data molta attenzione è quello dell’audio ma, vista la quantità di novità presentate, gli dedicheremo un articolo a parte.

La presentazione di Amon ha dato un’idea molto chiara degli ambiti su cui l’azienda sta scommettendo e sul fatto che il futuro dell’azienda sia imperniato anche, e forse soprattutto, sui settori nascenti dell’IA e della realtà virtuale, oltre che su quelli “classici” dell’elaborazione dei dati (con CPU e GPU) e della connettività, che restano comunque capisaldi inamovibili dell’offerta di Qualcomm.

Source link