da Hardware Upgrade :

I campi fotovoltaici, o misti con l’aggiunta di pale eoliche, collegati ad accumuli energetici stanno diventando sempre più popolari, soprattutto negli Stati Uniti, e in altre zone con forte irraggiamento solare, come l’Australia. Uno di questi, entrato in funzione da qualche tempo in California, è quello che si trova a Lancaster.

Il campo fotovoltaico con il relativo sistema di accumulo si chiama SEPV Sierra, ed è stato realizzato da B2U, che ha implementato la sua tecnologia proprietaria, decisamente importante nel caso specifico.

I grossi moduli che vedete nelle immagini sono infatti realizzati con batterie di auto elettriche di seconda vita. Si tratta di batterie che hanno perso in parte la loro capacità di accumulo, tanto da essere ritenute non più adatte alle auto, ma sono ancora in ottimo stato e lo saranno per molto tempo, così da essere impiegate per nuovi usi. Per il SEPV Sierra ne sono state utilizzate circa 1.300.

EV Pack Storage

Il sistema EV Pack Storage (EPS) di B2U è per ora composto da batterie fornite da Nissan e da Honda, ma è già stato testato anche con accumulatori della Chevrolet Bolt e della Tesla Model 3. Potenzialmente può essere adattato ad ogni pacco batteria sul mercato.

EV Pack Storage

Oltre ad offrire un prolungamento della vita delle batterie, il sistema è particolarmente conveniente poiché non necessita di particolari rilavorazioni delle batterie, che vengono collegate praticamente senza modifiche, evitando quindi costi aggiuntivi. Il sistema monitora costantemente tutti i parametri, ed ogni singola batteria, in modo da evitare rischi. Se qualcosa di anomalo viene rilevato, il singolo pacco viene disconnesso. Al momento il SEPV Sierra ha una capacità di 25 MWh, e vende energia alla rete, generando nel 2022 entrate per oltre 1 milione di dollari.

Source link