Questo scarabeo africano ha trovato una soluzione alla scarsità dell’acqua


La crescente scarsità di risorse idriche è un tema di rilevanza globale. Ma la natura può suggerirci le soluzioni giuste per sopravvivere

Tra le grandi preoccupazioni del nostro tempo non c’è solo l’inquinamento dell’aria ma anche la scarsità dell’acqua, che minaccia in particolare zone del mondo che già fronteggiano un particolare stress idrico. Le cause sono diverse (dai cambiamenti climatici all’aumento della popolazione) ma bisogna agire in fretta, per assicurare – come prevede anche l’agenda 2030 per lo sviluppo Onu – acqua pulita e servizi igienico-sanitari per tutti.

Il mondo naturale, in questo senso, può suggerire qualche soluzione. Ci sono luoghi del pianeta, come l’affascinante deserto del Namib, nell’Africa meridionale, dove la mancanza di acqua nel sottosuolo è strutturale. Come racconta il video sopra, però, gli scarabei locali hanno trovato il modo per catturare l’acqua: si posizionano infatti sulla parte alta della duna e raccolgono l’umidità della nebbia. L’insetto non fa troppa fatica: le goccioline d’acqua si aggregano e rotolano nella bocca grazie alla presenza di piccoli dossi sulle ali esterne.

Un simile approccio non può che suggerire tentativi di imitazione, anche da parte di chi non vive in Namibia (o non è uno scarabeo, insomma). Le soluzioni per il fog catching/harvesting, la raccolta d’acqua dalla nebbia, sono già realtà, e soluzioni sempre più innovative potrebbero maturare proprio in questa peculiare area della biomimesi.

Potrebbe interessarti anche





Source link