Il nuovo flagship della casa dal cavo rosso si ricarica completamente in 20 minuti esatti, ha un ottimo display e un buon comparto fotografico. L’abbiamo messo alla prova per diverse settimane, ecco com’è andata

OnePlus 10T è l’ultimo smartphone di punta della cinese OnePlus, presentato a inizio agosto a New York insieme alla nuova generazione del sistema operativo OxygenOS, la 13. Tra una ricarica ultra-veloce, un display molto luminoso e delle foto molto buone ecco com’è andata la nostra prova, durata alcune settimane.

Le caratteristiche principali

OnePlus 10T si presenta leggero e compatto: ha una struttura in vetro unibody protetta da Corning Gorilla Glass e un peso di circa 200 grammi. Due i colori: il nero Moonstone Black e il verde, che abbiamo ricevuto noi in prova, Jade Green, che si presenta ultra-liscio e che conviene proteggere sempre con una cover, in modo da evitare cadute accidentali che possono capitare anche quando poniamo il telefono su una superficie non completamente piana (come ad esempio il letto). Lo smartphone è governato dal nuovo processore Snapdragon 8+ Gen1 Mobile Platform che lo rende scattante e veloce nella maggior parte delle situazioni quotidiane e permette di avere molte app e molte finestre aperte senza particolari rallentamenti. Buono e luminoso il grande display da 6,7 pollici con frequenza di aggiornamento adattiva fino a 120Hz (si adatta dinamicamente al tipo di contenuto che stiamo visualizzando, risparmiando batteria ove necessario); presente la certificazione HDR 10+ e il supporto ai colori a 10 bit. A livello di batteria, sullo smartphone è presente un’ottima batteria da 4.800 mAh che nelle nostre prove (molte chiamate e notifiche, molte foto, ascolto di musica e visione di serie tv) è durata quasi due giorni pieni con una singola carica. E a proposito di carica, a stupire davvero tanto è la tecnologia SUPERVOOC Endurance Edition da 150W che consente, attraverso due circuiti distinti di ricarica, di passare da un telefono completamente scarico a completamente carico nella nostra prova in soli 20 minuti (in 15 minuti si arriva già al 70 per cento), utilizzando il caricabatterie (un po’ ingombrante a dir la verità) incluso nella confezione: a coadiuvare la ricarica veloce anche 13 sensori di temperatura e un chip che ottimizza i processi grazie a un algoritmo di intelligenza artificiale che apprende le nostre abitudini di ricarica.

Le foto di prova scattate con OnePlus 10T
Le foto di prova scattate con OnePlus 10T

Foto e video

leggi anche

La recensione di OnePlus Nord 2T: display e batteria da top di gamma

Incastonato sul retro di OnePlus 10T troviamo un sistema a tripla fotocamera: la principale è dotata di sensore Sony IMX766 da 50 megapixel con stabilizzazione ottica dell’immagine e funzione Nightscape 2.0 per migliorare le foto notturne. Confermiamo che la resa degli scatti in ogni condizione di luce è davvero buona, i colori naturali e le scene notturne bene illuminate. Insieme alla camera principale troviamo una fotocamera ultra-grandangolare da 8 megapixel con angolo di ripresa fino a 120 gradi e una lente macro da 2 megapixel. Manca, invece, un teleobiettivo. Moltissime le possibilità offerte dal software della fotocamera: tanti filtri per modificare l’aspetto delle immagini, la modalità Pro per personalizzare tutti gli aspetti della foto, la lunga esposizione (con cui ci siamo divertiti a giocare per strada di notte) e il video a doppia vista, che permette di registrare contemporaneamente la camera anteriore e quella posteriore. A proposito di video molto buona la funzione che li rende ultra-stabili quando siamo in movimento, il 10T è in grado di filmare fino a una qualità di 4K 60fps. Buona, infine, la fotocamera anteriore da 16 megapixel: I selfie di prova che abbiamo scattato sono risultati sempre molto nitidi e ben definiti.

Le altre caratteristiche

leggi anche

OnePlus 10 Pro, foto e video top con Hasselblad

Tra le altre caratteristiche da mettere in luce, un sistema chiamato 360° Antenna System che garantisce grazie a un totale di 15 antenne di ricevere segnali Wi-Fi e cellulari più forti e la funzione SmartLink che contribuisce a migliorare i segnali e la velocità in aree con più alti livelli di congestione. Su OnePlus 10T troviamo anche un sofisticato sistema di raffreddamento a vapore Cryo-Velocity che, spiegano, combina un’area di raffreddamente più ampia, materiali innovativi e un canale di dissipazione del calore ridisegnato, che rende soprattutto il gaming e i processi impegnativi molto più performanti. Il sistema operativo installato è il sempre completo Oxygen OS: OnePlus promette 4 anni di aggiornamenti di sicurezza e 3 anni di aggiornamenti di Android.

Grazie alla ricarica SUPERVOOC Endurance Edition da 150W OnePlus 10T si ricarica completamente in 20 minuti
Grazie alla ricarica SUPERVOOC Endurance Edition da 150W OnePlus 10T si ricarica completamente in 20 minuti

Verdetto, disponibilità e prezzi

NOW

Tutti gli approfondimenti della rubrica di innovazione e tecnologia

OnePlus 10T ci è piaciuto molto, soprattutto per le performance e la velocità di ricarica, e per questo pensiamo possa essere uno smartphone adatto soprattutto a chi usa app avanzate, a chi gioca molto con il telefono, a chi è spesso fuori casa e ha bisogno, in pochi minuti, di ricaricare, avendo anche a disposizione una buona gestione energetica complessiva. Manca (peccato) l’alert slider tipico degli smartphone OnePlus che permette di passare “al volo” dalla modalità suoneria alla vibrazione al silenzioso; manca anche la funzionalità di ricarica wireless.

OnePlus 10T è disponibile in due versioni: con 8 gigabyte di memoria Ram e 128 gigabyte di spazio di archiviazione al prezzo di 719 euro; con 16 gigabyte di Ram e 256 di spazio di archiviazione al prezzo di 819 euro.

Pro e Contro

PRO

  • Ricarica ultra-veloce
  • Performance e comparto fotografico

CONTRO

  • Manca il tradizionale “alert slider” presente su altri modelli OnePlus
  • Non supporta la ricarica wireless

NOW



fonte : skytg24