Rivian segna un trimestre in perdita ma la produzione di EV continua a incrementare

da Hardware Upgrade :

Risultati fiscali non facili da digerire queli di Rivian, azienda americana impegnata nella produzione di vetture elettriche che ha tra i propri finanziatori Ford e Amazon. Rivian ha chiuso il secondo trimestre fiscale con una perdita netta di 1,71 miliardi di dollari, con un fatturato che è stato pari a 364 milioni di dollari. Detto in altro modo, per ogni dollari fatturato Rivian ne ha persi poco meno di 4,7.

Volendo guardare il bicchiere mezzo pieno non deve sfuggire il fatto che Rivian è stata capace di incrementare considerevolmente le proprie vendite nel corso del secondo trimestre dell’anno: nei primi 3 mesi del 2022 l’azienda aveva infatti ottenuto vendite per 95 milioni di dollari.

Nel secondo trimestre dell’anno Rivian ha completato la costruzione di 4.401 veicoli, un dato in incremento del 72% rispetto ai 3 mesi precedenti. Nel Q2 2022 Rivian ha consegnato ai clienti 4.467 vetture, valore questo in aumento di ben il 267% rispetto al trimestre precedente. Al momento attuale l’azienda produce il pick-up R1T e il furgoncino specificamente sviluppato per le consegne da parte di Amazon.

amazon_ev_van_colorado_720.jpg

L’obiettivo di produzione per il 2022 di Rivian è stato fissato in 25.000 vetture; l’azienda ha al momento circa 98.000 prenotazioni per proprie vetture da parte di clienti interessati, pertanto il limite non sembra essere rappresentato dalla domanda quanto dalla capacità produttiva.

Non è ipotizzabile che Rivian possa raggiungere il punto di pareggio nel breve periodoed è la stessa azienda a confermarlo, anticipando che prima della fine dell’anno avrà un impatto sulla propria cassa di 700 milioni di dollari a motivo dei costi superiori al fatturato di periodo.

rivian_r1t_pickup_2020_720.jpg

In ogni caso, pur con risultati finanziari che continuano a indicare un rosso persistente, Rivian ha le spalle decisamente coperte: vanta ancora circa 15,5 miliardi di dollari di cassa a disposizione, con la quale potrà gestire con successo ancora molti trimestri in rosso prima di, auspicabilmente, iniziare a generare utili.

La storia di un po’ tutti i produttori impegnati nella costruzione di vetture completamente elettriche parla di una fase iniziale durante la quale si generano risultati finanziari negativi bruciando moltissima cassa; se i piani di sviluppo si rivelano corretti si giunge ad un punto di svolta, superato il quale l’azienda genera utili. E’ stato così per anni per Tesla, che è stata negli anni scorsi molto vicina alla bancarotta, e presumibilmente sarà anche per Rivian: dalla sua una domanda di mercato interessante e una disponibilità di cassa, grazie ai finanziatori, molto importante.

Source link