da Hardware Upgrade :

La Radeon RX 7900 XTX, la nuova top di gamma di casa AMD, si dimostrata una scheda video indubbiamente valida, persino pi veloce della GeForce RTX 4080 nei giochi senza ray tracing, ma con prestazioni inferiori alle migliori proposte di NVIDIA abilitando la tecnologia introdotta sul finire del 2018.

Le GeForce RTX 4000, inoltre, possono contare sul DLSS 3 per raggiungere prestazioni ancora pi elevate, mentre le proposte di AMD, seppur appoggiandosi all’FSR 2, attendono ancora l’arrivo dell’FSR 3 che nel corso di quest’anno promette di raddoppiare gli fps rispetto all’implementazione precedente.

Detto questo, oggi vediamo come si comporta la Sapphire NITRO+ RX 7900 XTX Vapor-X, una scheda video che si preannuncia come una delle custom pi valide per questa prima infornata di soluzioni RDNA 3. Focalizziamo il confronto con la Radeon RX 7900 XTX di riferimento di AMD, una scheda di cui in queste settimane si parlato perch alcuni sample hanno esibito temperature estremamente alte in determinati punti della GPU (fino a 110 C). I cosiddetti hotspot, che possono causare un calo delle frequenze di clock e quindi impattare sulle prestazioni, un tema su cui AMD si espressa in questi termini:

Stiamo lavorando per determinare la causa principale dell’imprevisto throttling sperimentato da alcuni durante l’utilizzo delle schede video AMD Radeon RX 7900 XTX prodotte da AMD. Sulla base delle nostre osservazioni fino ad oggi, riteniamo che il problema riguardi il sistema di raffreddamento usato nel progetto di riferimento AMD e sembra essere presente in un numero limitato di schede vendute. Ci impegniamo a risolvere questo problema per le schede interessate. I clienti che riscontrano del throttling imprevisto devono contattare il supporto AMD (https://www.amd.com/en/support/contact-call)”.

Il nostro sample di Radeon RX 7900 XTX di riferimento (MBA, Made by AMD) non ha esibito problemi di temperatura e nemmeno la NITRO+ di Sapphire come potete vedere dai valori registrati da HWINFO dopo diverse sessioni consecutive di Metro Exodus EE in 4K Ultra. Abbiamo anche usato GPU-Z, rilevando valori del tutto simili. Di seguito trovate prima i valori della reference e poi quelli della Sapphire; dovete concentrarvi sulla terza colonna di dati, quella che identifica i valori massimi registrati:

Come potete vedere, non solo la 7900 XTX reference passata in redazione non esibisce temperature eccessive, sopra i 100 C, ma la proposta di Sapphire mantiene comunque valori migliori. Questo depone a favore del sistema di raffreddamento Vapor-X, ma ne parleremo pi avanti. Fatto questo preambolo, vediamo pi da vicino questa Sapphire NITRO+ RX 7900 XTX Vapor-X e scopriamo in che modo si differenzia dal modello di riferimento.

Sapphire NITRO+ RX 7900 XTX Vapor-X, com’ fatta


Le impostazioni dei due BIOS sulla scheda Sapphire: a sinistra il clock di default, comune alla 7900 XTX reference di AMD, a destra l’overclock di fabbrica applicato da Sapphire

La prima differenza che emerge riguarda le dimensioni: la NITRO+ occupa 3,5 slot sulla motherboard rispetto ai 2,5 del modello reference, ed decisamente pi grande della piccola soluzione messa a punto da AMD: parliamo di dimensioni di320 x 135,75 x 71,6 mm contro 287 x 123,2 x 51,2 mm.

Entrambe le schede hanno un dissipatore con tre ventole, ma le differenze sono palpabili: rispetto alle ventole da 85 mm, questa custom ne monta da 95 mm. Il PCB custom composto da 14 layer, mentre le fasi di tensione sono 20. Per quanto riguarda il sistema di raffreddamento, il nome Vapor-X dovrebbe dire tutto: sopra GPU e memoria c’ una camera di vapore aiutata da sette heatpipe che aiutano nella distribuzione del calore sul radiatore. La scheda dotata di un telaio metallico che le conferisce rigidit.

Per quanto riguarda le ventole, queste sono dotate di tecnologia 0dB quindi rimangono ferme fino a 52 C, per poi tornare a fermarsi quando la temperatura scende a circa 38 C. Nella parte retrostante della scheda troviamo un backplate che copre il PCB. Poich il circuito stampato leggermente pi corto del dissipatore, un po’ di aria calda passa e va verso la parte alta del case, non fuoriuscendo quindi solo dalla griglia posteriore o dalla parte laterale.

Il telaio metallico presenta delle alette rialzate, in modo che sia in grado di dissipare un po’ di calore disperso. Tuttavia, il radiatore il principale responsabile di questo compito e quindi le alette hanno pi una funzione estetica che altro.

Sapphire ha dotato la NITRO+ RX 7900 XTX Vapor-X di tre connettori di alimentazione a 8 pin e un TBP per il firmware OC di 420 W. La scheda equipaggiata con uno switch BIOS, selezionabile in tre posizioni: la prima, verso la parte delle porte posteriori, imposta il firmware OC, la posizione centrale seleziona un profilo con clock di default e la terza posizione permette di controllare quale BIOS selezionare da Windows, tramite il software TriXX scaricabile dal sito della societ.

Il firmware OC imposta un Game Clock di 2526 MHz e un Boost Clock di2680 MHz, ma porta anche la velocit delle ventole a un massimo di 1530 RPM rispetto ai 1470 RPM del firmware con valori standard. Sapphire ha dotato la scheda di due DisplayPort 2.1 e due HDMI 2.1a, mentre la 7900 XTX perde una HDMI 2.1a in favore di una USB C.

A completare la scheda c’ anche l’occhio, che vuole la sua parte. La copertura e il backplate sono in colore grigio, abbastanza sobri, ma a conferire un migliore aspetto troviamo due barre LED, una sulla parte anteriore e una inferiore che irradia la scheda madre. I LED possono essere controllati tramite software. La scheda video ha un connettore RGB da 5V e l’illuminazione pu anche essere gestita tramite un controller esterno. Come vedete qui sotto, in bundle c’ anche una staffa per mantenere meglio la scheda video in posizione e alleviare il carico sullo slot PCI Express visto che il modello in questione pesa 2 chilogrammi.

Configurazione di prova

Abbiamo svolto i test su una piattaforma basata sulla motherboard ASUS ROG Crosshair X670E Hero, 32 GB di memoria G.Skill Trident Z5 DDR5-6000 (30-38-38-38-96) e un processore AMD Ryzen 9 7950X con 16 core e 32 thread. Tutte le schede che vedrete nei grafici sono state provate con Resizable BAR attivo.

Tutte le GPU NVIDIA – salvo la 4070 Ti – sono modelli Founders Edition; nel caso di AMD, la scheda Radeon RX 6950 XT una GAMING OC di Gigabyte mentre gli altri modelli sono schede di riferimento, ovviamente a parte la scheda custom oggetto di recensione.

Sapphire NITRO+ RX 7900 XTX Vapor-X: prestazioni

Lo scopo dell’articolo quello di valutare il valore della proposta di Sapphire rispetto alla reference di AMD, per questo abbiamo eseguito solo una parte dei test svolti nella nostra recensione principale, a cui vi rimandiamo se v’interessa vedere come si comporta la 7900 XTX in diversi scenari e desiderate approfondire il confronto con le proposte NVIDIA. In questo caso vi proponiamo i test con la suite gaming senza ray tracing o tecnologie di upscaling attive.

Tirando una riga, vediamo come a seconda della risoluzione la Sapphire NITRO+ RX 7900 XTX Vapor-X sia leggermente pi veloce della soluzione di riferimento, con punte del +4-5% in alcuni titoli. Si tratta di un incremento percentuale inferiore all’aumento di Game Clock e Boost Clock, ma non ci si pu certo lamentare di maggiori prestazioni, vero? La risposta “ni”, bisogna mettere tutto in prospettiva a consumi, temperature, dimensioni e prezzo. Andiamo a vedere come si comporta il dissipatore nel prossimo capitolo.

Frequenze, consumi e temperatura

Nei seguenti grafici abbiamo inserito la dicitura “OC” per indicare il comportamento della Sapphire NITRO+ con il firmware impostato su frequenze maggiorate di fabbrica, “non OC” per tracciare il comportamento del secondo BIOS “reference” e poi aggiunto il comportamento della reference di AMD transitata in redazione qualche settimana fa.

Con i carichi ripetuti del benchmark di Metro Exodus EE a risoluzione 4K e dettaglio Ultra, vediamo che la proposta di Sapphire con OC di fabbrica si spinge fino a 2680 MHz indicati dalla societ per quanto concerne il Boost Clock. Il comportamento della scheda con il secondo firmware che imposta i clock stabiliti da AMD ritraccia praticamente il comportamento della soluzione reference.

Passiamo ai consumi. La Sapphire NITRO+ RX 7900 XTX Vapor-X si spinge fino a poco pi di 400W, un valore ben pi alto dei circa 350W toccati dal secondo BIOS e dalla reference di AMD. L’incremento dei consumi circa del 14-15%, un valore ben pi alto rispetto all’effettivo miglioramento prestazionale rispetto alla reference.

Passiamo alla temperatura. Come abbiamo visto nella prima parte dell’articolo, il ben pi grande dissipatore Vapor-X permette alla Sapphire di mantenere la GPU su temperature ben inferiori alla proposta di riferimento di casa AMD. Vediamo, inoltre, come nonostante gli RPM leggermente superiori impostati dal firmware OC, la temperatura resti comunque superiore all’impostazione “non OC”.

Per quanto riguarda la rumorosit, la scheda video di Sapphire si comporta decisamente meglio della proposta di riferimento di AMD, complici le dimensioni che hanno permesso di montare un radiatore pi voluminoso e ventole leggermente pi grandi, in grado di girare pi lentamente.

Gi, perch se le ventole della 7900 XTX reference girano a 1700 RPM circa, quelle della Vapor-X girano a 1470 o 1530 RPM a seconda del firmware. In virt di questo, con una rumorosit ambientale di 40 dB, la proposta Sapphire si attesa tra 44,5 e 44,8 dB di punta rispetto ai 51 dB fatti segnare dalla reference.

Conclusioni

In attesa di provare altre custom, questo primo impatto con una Radeon RX 7900 XTX personalizzata dai partner di AMD risulta convincente in parte. Al momento il metro di paragone la 7900 XTX reference, una scheda video per cui AMD ha deciso di barattare alcuni gradi di temperatura per proporla in dimensioni decisamente pi contenute rispetto alle Founders Edition concorrenti di NVIDIA.

La Sapphire Nitro+ RX 7900 XTX Vapor-X funziona a dovere, l’overclock di fabbrica alza le prestazioni fino al 5% e non affatto rumorosa. Purtroppo l’OC di fabbrica fa salire i consumi a livelli non certo alla portata di tutti gli alimentatori. I problemi principali sono per le dimensioni, che potrebbero ostacolare un’agevole installazione in case di dimensioni un po’ contenute, ma soprattutto la disponibilit. In Italia questa soluzione, ma a dire il vero un po’ tutto le nuove AMD, si trova con il contagocce.

In genere sui siti in cui abbiamo trovato delle pagine dedicate, la scheda viene prezzata a 1350 euro circa, a fronte dei 1169,99 euro della proposta reference. Sebbene il prezzo sia alto, ma questo un discorso che riguarda tutte le nuove GPU di NVIDIA e AMD senza distinzione, 200 euro circa in pi per una custom di punta rientrano nella normalit.

La disponibilit della scheda veramente limitata, il che certo non favorisce una discesa dei prezzi. Per quanto concerne la Radeon 7900 XTX in senso complessivo, ci siamo gi espressi: AMD conferma le ottime prestazioni con la rasterizzazione, superiori alla 4080, ma ancora indietro nelle prestazioni con il ray tracing. Inoltre, NVIDIA pu contare sul DLSS 3 mentre AMD deve ancora presentare l’FSR di terza generazione.

Source link