Shutterstock venderà presto immagini generate dall’Intelligenza Artificiale

da Hardware Upgrade :

Shutterstock, il colosso del mercato delle immagini di repertorio,
ha annunciato
una partnership con OpenAI che prevede l’integrazione, in un
futuro prossimo, dei modelli di intelligenza artificiale DALL-E 2
per la generazione di immagini a partire da un input testuale nei servizi
forniti dalla stessa Shutterstock.

Paul Hennessy, CEO di Shutterstock, ha affermato: “I mezzi per
esprimere la creatività sono in continua evoluzione ed espansione.
Riconosciamo che è nostra grande responsabilità abbracciare questa
evoluzione e garantire che la tecnologia generativa che guida
l’innovazione sia fondata su pratiche etiche”.

Prossimamente Shutterstock metterà a disposizione dei clienti del
servizio immagini realizzate da DALL-E. Si tratta della naturale
prosecuzione di una collaborazione in essere dallo scorso anno tra
Shutterstock e OpenAI, che ha previsto la fornitura di immagini e metadati
a quest’ultima per aiutare nell’allenare l’intelligenza artificiale
DALL-E.

Sam Altman, CEO di OpenAI, ha dichiarato: “Siamo entusiasti che
Shutterstock offra immagini DALL-E ai propri clienti come una delle prime
implementazioni tramite la nostra API e attendiamo con impazienza future
collaborazioni poiché l’intelligenza artificiale diventa parte integrante
di flussi di lavoro creativi degli artisti”.

Contestualmente Shutterstock ha deciso di istituire un “Fondo per i
collaboratori
” che avrà lo scopo di rimborsare i creatori quando
Shutterstock andrà a vendere opere per addestrare modelli di
intelligenza artificiale text-to-image
. Si tratta della prima
iniziativa di alto profilo che prova a rispondere alle critiche degli
artisti e creativi fornendo loro il riconoscimento del loro lavoro e che
sottolinea quanto complessi siano i risvolti legali ed etici di questa
nuova tecnologia.

Sempre in questo solco Shutterstock vieta la vendita, sulla propria
piattaforma, di immagini generate dall’AI da parte di terzi perché non può
convalidare il modello usato per la creazione del contenuto restando
impossibilitata a risalire a chi detenga la proprietà intellettuale delle
eventuali opere usate come allenamento.

L’argomento è stato approfondito dalla stessa Shutterstock in un lungo
post sul proprio blog
.

Source link