Sián, la prima ibrida Lamborghini


Un’hypercar ibrida con ben 819 CV, assicurati da un V12 e da un compatto motore elettrico dotato di un supercondensatore. Verranno prodotte solo 63 unità

La Lamborghini, la casa automobilistica specializzata in supercar sportive attualmente controllata dall’Audi, nel corso degli ultimi mesi ha compiuto una grossa transizione. Infatti, con l’avvento della Urus, la suv sportiva, si è trasformata da piccola azienda a realtà in grado di introdurre sul mercato fino a 10mila vetture all’anno. Nel primo semestre del 2019 la Lamborghini ha consegnato ben 4553 vetture ai clienti di tutto il mondo, un dato impossibile senza la Urus, auto che va a intercettare una clientela che è “golosa” di suv prestazionali.

E questo processo di trasformazione potrebbe continuare con la Sián, una supersportiva ibrida dalle prestazioni mozzafiato. La Sián, che in dialetto bolognese vuol dire fulmine, verrà mostrata  all’imminente Salone dell’Auto di Francoforte con un’inedita verniciatura oro elettrico multistrato e interni con rivestimenti in pelle Poltrona Frau e inserti realizzati stampati in 3D.

Oltre ad avere la trazione ibrida, la Sián introduce delle forme nuove e un rinnovato linguaggio stilistico che verrà utilizzato sulle Lamborghini del prossimo futuro. Essendo un progetto speciale verrà prodotta in 63 unità, che verranno adeguatamente personalizzati dal Centro Stile Lamborghini e dal reparto Ad Personam; in questo modo ciascuno dei 63 proprietari avrà un pezzo unico da collezione.

Le prestazioni sono ovviamente super: velocità massima che supera i 350 km/h e scatto da 0 a 100 km/h in meno di 2,8 secondi. Questi numeri sono assicurati da un sistema ibrido che complessivamente garantisce 819 cavalli, composto dal V12 da 6.5 litri della Aventador SVJ, che è stato aggiornato con l’introduzione di valvole di aspirazione in titanio ed in grado di sviluppare 785 CV a 8500 giri, e da un motore elettrico a 48 volt, che eroga 34 CV.

Il motore elettrico è incorporato nel cambio e collegato direttamente agli assi; fornisce assistenza nelle manovre a bassa velocità come la retromarcia e il parcheggio. A garantire energia al motore elettrico troviamo un supercondensatore, che sostituisce la comune batteria agli ioni di litio e, a pari potenza, è tre volte più leggero rispetto a quest’ultima. Il motore elettrico ed il supercondensatore pesano complessivamente 34 kg.

Esteticamente la Sián attinge a piene mani da una storica Lamborghini del passato, la Countach. Come sempre, a caratterizzare la Sián sono le forme geometriche ed il motivo a Y, che ritroviamo nei fari e nelle prese d’aria sulle fiancate. Notevole il cofano del vano motore completamente in vetro. Gli interni, opulenti come da tradizione, lasciano spazio anche all’innovazione, grazie all’introduzione di un nuovo materiale a memoria di forma, tecnologia brevettata che permette di aprire e chiudere il sistema di ventilazione della zona posteriore della vettura, attraverso una soluzione, pilotata solamente dal calore sviluppato dall’impianto di scarico del motore.

 

Potrebbe interessarti anche





Source link