Seleziona una pagina
venerdì, Feb 09

Starfield: AMD FSR 3 con Fluid Motion Frames raddoppia (e oltre) gli fps

da Hardware Upgrade :

Seppur ancora in beta, abbiamo deciso di provare l’aggiornamento a FSR 3 con AFMF (AMD Fluid Motion Frames) di Starfield. Il risultato è stato eccezionale: nella maggior parte dei casi gli fps sono più che raddoppiati a fronte di una qualità visiva eccellente, seppur con qualche riserva.

Va sottolineato che al momento l’implementazione introdotta da Bethesda non consente di scegliere il livello qualitativo dell’upscaling. In sostanza non è possibile impostare “Qualità”, “Bilanciato” o “Prestazioni”, ma possiamo semplicemente decidere se attivare o meno FSR 3 ed eventualmente accompagnarlo con AFMF.

Abbiamo testato il gioco con un monitor Samsung Odyssey G9 a 5120 x 1440 pixel, così da saggiare anche la recente introduzione del supporto al formato 32:9. Fortunatamente, il rapporto viene gestito egregiamente, nelle scene non abbiamo notato stretching delle immagini, anche se la scelta di “curvare” l’HUD non ci ha fatto impazzire – ammesso sia voluta.

Ad ogni modo, tornando a FSR 3, possiamo dire che le prestazioni sono aumentate sensibilmente. Abbiamo fatto un giro ad Akila City, dove nella stessa scena siamo passati da una media di 70 fps a una di 170 fps, ben oltre il doppio. La stessa esperienza si è ripetuta a Nuova Atlantide e con numeri praticamente identici. Infine, i pianeti un po’ più desolati con meno elementi dinamici a schermo ci hanno consentito di sfruttare al massimo il nostro monitor, toccando picchi di oltre 240 fps.


In generale l’impressione è decisamente positiva, anche se un lavoro di rifinitura è d’obbligo. In particolare, la possibilità di scegliere il livello di FSR 3 riteniamo sia fondamentale per trovare il giusto equilibro tra performance e qualità visiva in base al proprio hardware. Inoltre, in alcuni frangenti, abbiamo avuto l’impressione che la risoluzione scalasse eccessivamente senza una reale esigenza.

Tuttavia, come premesso, si tratta ancora di una beta e quindi di un’implementazione potenzialmente incompleta. Effettueremo una nuova prova non appena la versione definitiva dell’aggiornamento verrà rilasciata.

Source link