Tegola per gli utenti Adobe: i colori Pantone diventano a pagamento

da Hardware Upgrade :

E’ sorto un grattacapo non da poco per gli utenti di Photoshop,
Illustrator e InDesign
che hanno la necessit di accedere a
specifici colori Pantone nei loro lavori, anche se si tratta di progetti
gi esistenti e realizzati in precedenza.

Per via di un cambiamento negli accordi di licenza tra Pantone ed
Adobe
, gli utenti dovranno ora utilizzare il plug-in Pantone
Connect e pagare un abbonamento di 21 dollari al mese
(oltre al
normale abbonamento per utilizzare i software Adobe) per poter accedere a
molti dei colori contenuti nella libreria di colori Pantone Color.

Come dicevamo questa modifica va a interessare anche i progetti che sono
stati creati con campioni legacy, e qualora si aprisse un file di
Photoshop, Illustrator o InDesign che fa uso di un colore tra quelli
rimossi, esso verr sostituito col nero assieme alla visualizzazione
di un errore che chiede di installare un plugin
per poter risolvere
il problema





Il designer Iain Anderson stato il primo a notare la
spiacevole novit condividendo la scoperta su Twitter. Adobe ha pubblicato
nei giorni scorsi una FAQ
ufficiale
che spiega come funzioneranno ora le cose.

Sull’accaduto si espresso il giornalista e blogger Cory Doctorow sul
proprio blog, criticando aspramente l’accaduto: “Possedere i colori
un’idea terribile e tecnicamente non possibile farlo. N UPS Brown n
John Deere Green sono “di propriet” in alcun senso
significativo, ma le aziende vogliono sicuramente che tu creda che lo
siano. […] La legge chiara sul fatto che i colori non sono di
propriet, ma combinando SaaS, copyright, marchi e altre tecnologie e
politiche, sta diventando sempre pi probabile che alcune societ rubino
i colori da sotto i nostri occhi
“.

Source link