Da Wired.it :

ATTENZIONE: spoiler sul primo episodio di The Last of Us

Il primo episodio di The Last of Us è stato seguitissimo su Hbo e Hbo Max, dove va in onda negli Stati Uniti con record d’ascolti (secondo miglior debutto dal 2010, dopo House of the Dragon), ma anche i fan italiani, che l’hanno seguito in contemporanea esclusiva su Sky e Now, hanno dimostrato parecchio entusiasmo l’adattamento seriale del videogioco. E l’entusiasmo si è traslato anche sulla sua colonna sonora, non solo quella originale creata da Gustavo Santaolalla (già compositore della soundtrack del videogame), ma anche per i diversi brani musicali inseriti nel corso dell’episodio. In particolare uno, Never Let Me Down Again dei Depeche Mode, sta vivendo una riscoperta senza precedenti.

La canzone del 1987, incisa per l’album Music for the Masses, è utilizzata dal protagonista, il contrabbandiere Joel (Pedro Pascal), per inviare messaggi in codice ai suoi alleati, la coppia formata da Bill (Nick Offerman) e Frank (Murray Bartlett). In questo codice, una canzone degli anni Sessanta segnala nessuna novità, una degli anni Settanta avvisa l’arrivo di nuova merce mentre una degli Ottanta equivale a qualche guaio in vista. E i guai arrivano proprio in conclusione di questa première, con Never Let Me Down Again che lancia il messaggio d’allarme nella scena finale.

Risultato? Gli spettatori di The Last of Us sono corsi ad ascoltare in massa il brano dei Depeche Mode: secondo quanto riportato da Billboard, Never Let Me Down Again ha più che triplicato i suoi ascolti negli Stati Uniti, da 26mila a 83mila ascolti in streaming nella prima notte dopo la messa in onda degli episodi. Un picco del 220% che conferma l’influenza delle scelte delle serie tv sui consumi musicali del pubblico: un caso analogo era capitato la scorsa estate, quando Running Up That Hill di Kate Bush, centrale nella trama della quarta, seguitissima stagione di Stranger Things, aveva subito un’improvvisa rinascita, piazzandosi alla fine tra le canzoni più ascoltate del 2022.



[Fonte Wired.it]