TIM, nuovo accordo con DAZN: la Serie A non più vincolata a TIMVISION

da Hardware Upgrade :

TIM comunica di aver raggiunto un accordo con DAZN. L’intesa consente a quest’ultima di distribuire i diritti per la visione delle partite del Campionato di Serie A TIM tramite qualsiasi terza parte”.

“Il contratto migliorerà le opzioni disponibili per i clienti TIM, che continueranno a vedere le partite attraverso TIMVISION e offrirà in più la possibilità di vedere i contenuti di DAZN anche sul digitale terrestre. […] Grazie al nuovo assetto contrattuale si raggiunge l’obiettivo di distribuire i diritti su una pluralità di piattaforme nell’ottica di realizzare un modello economico più sostenibile e soggetto a minore volatilità”.

Con queste parole DAZN e TIM hanno ufficializzato le indiscrezioni che si riconcorrevano da qualche settimana sulla definizione di una nuova intesa che permetterà ai contenuti sportivi, come il campionato di Serie A, di approdare su altre piattaforme: secondo le voci di corridoio, assisteremo all’approdo dell’app di DAZN sul decoder SKY Q e verrà creato anche creato un nuovo canale satellitare.

Questo non significa che non servirà un abbonamento a DAZN, peraltro sulla base dei nuovi piani ufficializzati nelle scorse settimane e che tanto hanno fatto discutere. Inoltre, i diritti rimangono quelli stabiliti, con DAZN che fino al giugno 2024 ha sette partite del campionato di Serie A in esclusiva e tre in co-esclusiva con SKY.

TIM è un partner strategico dal punto di vista tecnologico e di distribuzione sin dal nostro arrivo in Italia e continuerà ad esserlo“, ha dichiarato Stefano Azzi, Ceo di DAZN Italia. “La modifica dell’accordo tra DAZN e TIM permetterà un ulteriore ampliamento dell’accesso e ci consentirà di continuare a perseguire la nostra ambizione di offrire contenuti sportivi live e on demand a un numero sempre crescente di tifosi. In modo semplice, flessibile e innovativo. Vogliamo diventare la principale destinazione sportiva per i tifosi e incrementare il business”.

Gli fa eco Pietro Labriola, CEO di TIM, “grazie a questo accordo, i costi dei contenuti del calcio potranno essere sostenuti da più piattaforme e si potrà raggiungere un sistema economicamente più sostenibile”.

In base alle indiscrezioni, in virtù della nuova intesa TIM dovrebbe versare nelle casse di DAZN “solo” 320 milioni di euro l’anno – rispetto ai 410 milioni di euro precedentemente pattuiti.

La Lega Serie A, intanto, potrebbe avviare un bando per gli highlights a pagamento della Serie A per le stagioni 2022/23 e 2023/2024. SKY non può trasmettere gli highlights delle 7 gare in esclusiva su DANZ, ma una collaborazione tra le due società potrebbe indurre la Lega a rimettere a bando i diritti per gli highlights.



Source link