Tipi di malware più diffusi



tipi di malware o virus informatici

I nostri computer, tablet e smartphone sono sempre esposti al rischio di essere vittime di un attacco da parte di virus informatici. I nostri dati ma anche la nostra sicurezza sono sempre in pericolo, è importante che PC, telefonini e altri dispositivi siano dotati di sistemi antivirus efficaci contro tutti i tipi di malware. In questo articolo ti spiego quali sono i possibili rischi e come difenderti.

Tipi di malware

Con il termine malware si intendono tutti i software maliziosi (MALicious softWARE) che possono infettare i dispositivi digitali. Inizialmente erano pochi ed erano noti solo come virus ma nel tempo si sono specializzati e oggi è possibile suddividerli in categorie

Tipi di virus o malware:

  • Adware
  • Backdoor
  • Ransomware
  • Rootkit
  • Spyware
  • Trojan
  • Worm

Adware

La categoria degli adware deve suo nome all’unione delle parole advertising e malware. Questo tipo di virus viene creato con lo scopo di mostrare pubblicità alle vittime .

Normalmente gli adware si manifestano tramite i browser, gli effetti sono l’apertura di fastidiosi pop-up, l’inserimento di banner pubblicitari nelle pagine caricate, l’apertura di siti non desiderati.

Le pubblicità riguardano quasi sempre settori ad alto rendimento come i siti per adulti o quelli per le scommesse: se noti un proliferare di questi tipi di annunci insospettisciti.

Gli adware più evoluti spiano i tuoi dati di navigazione per mostrarti pubblicità mirate sulla base dei tuoi interessi.

creatore di virus

Backdoor

Letteralmente una backdoor è una porta sul retro, una via di accesso al sistema diversa da quella normalmente consentita.

Viene usata per scavalcare le procedure di autenticazione accedendo al dispositivo da una connessione di rete o da internet. Una volta che il virus ha agito e la backdoor è installata il sistema è compromesso.

Un virus può aprire una o più backdoor per consentire accessi indesiderati al dispositivo, senza che l’utente possa accorgersene.

Ransomware

Questo è il malware che ultimamente ha fatto più danni, la sua azione consiste nel criptare tutti i dati presenti sul dispositivo attaccato con una chiave segreta. Lo scopo del creatore del virus è quello di ottenere un riscatto (ransom = riscatto).

Tutti i dati come

  • documenti
  • fotografie
  • video
  • clip audio

vengono di fatto presi in ostaggio anche se ancora disponibili sul tuo computer, tablet, smartphone.

Per liberare i tuoi dati hai bisogno delle chiave per sbloccarli, gli autori dell’attacco di solito chiedono un pagamento in criptovaluta per darti la chiave segreta che ti ridarà l’accesso ai dati.

Ti consiglio di fare frequentemente dei backup per non essere vittima del ransomware. Un copia pulita dei tuoi dati ti permetterà, dopo aver ripulito il dispositivo, di ripristinarli senza pagare nulla.

Rootkit

Il rootkit è un tipo di malware che nasconde l’attività di altri tipi di virus. La sua azione modifica il sistema operativo del dispositivo infettato. In particolare agisce sulla lista dei processi attivi nascondendo agli antivirus i software malevoli che il rootkit vuole favorire.

Spyware

Tra i vari tipi di malware lo spyware è quello meno appariscente, questa è proprio la sua caratteristica. È un tipo di virus che ha lo scopo di raccogliere dati dal dispositivo infettato e comunicarli a chi ha creato il software spia. Agisce silenziosamente raccogliendo e trasmettendo dati, personali, sensibili, finanziari. Spesso l’oggetto delle attenzione degli spyware sono i dati bancari dei malcapitati.

La sua attività è incessante e può durare per tantissimo tempo, fin quando non verrà individuato e rimosso.

Una curiosità: ancora oggi ci sono tantissimi dispositivi infettati da spyware che sono sopravvissuti ai propri creatori. Molti creatori di virus sono stati scoperti e le loro attività bloccate, nel frattempo i loro spyware continuano a raccogliere e trasmettere dati che per fortuna non verranno più ricevuti e raccolti.

Trojan

Il trojan deve il suo nome all’epico Cavallo di Troia e proprio come il famigerato cavallo di legno ideato da Ulisse è progettato per apparire per quello che non è. Un trojan di solito è un malware contenuto in altri programmi o archivi.

Viene nascosto all’interno di archivi compressi (file .zip e .rar) per non essere individuato dagli antivirus. Il creatore spesso cerca di far leva sul desiderio degli utenti di ottenere qualcosa gratuitamente (un software prezioso, un film, un libro, un allegato di posta elettronica) per indurlo a dare un consenso che può rivelarsi pericoloso.

Se non sei assolutamente sicuro della provenienza dei file che stai per aprire ti consiglio vivamente di non farlo. Se il trojan riesce nel suo intento di superare i controlli di sbarramento si installa e inizia la sua attività spesso finalizzata a concedere l’accesso ad altri tipi di virus.

Worm

Il worm (verme) è un malware capace di trasmettersi attraverso le reti. La sua specialità, come quella dei vermi, è quella di riprodursi autonomamente. Un worm è in grado di autoreplicarsi creando nuove copie di se stesso sia nel dispositivo infettato, sia in altri collegati a quest’ultimo attraverso una rete.

La sua azione impegna molte risorse e il suo effetto molto spesso è quello di rallentare il dispositivo e le reti infettate fino a renderle inutilizzabili.

tipi di virus per dispositivi digitali

I vari tipi di malware che danni provocano?

Abbiamo detto che un malware è un software, un programma, di solito di piccole dimensioni, che si introduce nei sistemi informatici con lo scopo di compiere determinate azioni. Di solito queste azioni vanno a vantaggio di chi ha creato il virus e danneggiano i sistemi che sono stati infettati.

Ma quali sono i danni possibili? Quali sono i rischi che si corrono?

I rischi posso essere tanti e molto differenti tra loro: un malware è in grado di

  • far eseguire azioni indesiderate al dispositivo infettato
  • utilizzare il dispositivo infettato come tramite per arrivare ad altri dispositivi
  • leggere dati anche sensibili come mail e credenziali
  • trasferire dati su altri dispositivi come importanti documenti o foto
  • indirizzare i browser verso siti malevoli per generare soldi
  • indurre gli utenti a commettere gravi errori
  • criptare dati e documenti per ottenere un riscatto
  • rubare codici e licenze
  • utilizzare le risorse del dispositivo per propri fini (criptovalute)

Come difendersi dai diversi tipi di malware?

Le vittime dei virus spesso sono i dispositivi digitali ma altrettanto spesso possono essere gli utenti di questi dispositivi.

Per difendersi al meglio quindi bisogna fare due cose importanti

  1. installare software antivirus nei dispositivi
  2. avere comportamenti prudenti

Esistono sistemi per difendersi diversi e ogni sistema operativo ha i suoi.

I computer con sistema operativo Windows, MacOS possono installare software antivirus o utilizzare quello fornito di serie, ad esempio con Windows 10.

In generale i sistemi di Apple sono considerati più sicuri ma se si installano software craccati o app di terze parti la sicurezza è a forte rischio. Lo stesso discorso vale per i computer con Linux. L’uso di un antivirus in questi casi è fortemente consigliato.

Discorso molti simile per gli smartphone e i tablet. I telefonini con sistemi Android e iOS sono considerati poco rischiosi. Non è così. Smartphone Android e Iphone non sono sicuri come pensi e, al loro interno, tutti noi custodiamo i segreti più importanti della nostra vita. Non è il caso di rischiare, installiamo antivirus anche sui nostri telefonini!

E infine il consiglio più importante e utile e allo stesso tempo più sottovalutato: sii prudente!

La posta in gioco è molto alta e i truffatori, gli approfittatori sono sempre in agguato e ci tendono continui tranelli. La regola da seguire è sempre le stessa: se il tuo dispositivo ti chiede di fare una azione e tu non ne conosci le conseguenze, non farla!

Se hai dubbi o vuoi aggiungere commenti utilizza la apposita sezione qui sotto.



Fonte tudigitale.it