Seleziona una pagina

da Hardware Upgrade :

In un evento a Singapore, Porsche ha definitivamente rivelato il nuovo Macan, che gi aveva testato nei mesi scorsi. Il Macan Electric alimentato da una batteria agli ioni di litio con una capacit lorda di 100 kWh (95 kWh effettivamente utilizzabili) e sar disponibile in due versioni da 408 e 639 Cv.


La batteria fa parte della nuova Premium Platform Electric (PPE) con un’architettura da 800 Volt, una novit introdotta da Porsche per la prima volta nella sua gamma. La potenza di ricarica CC pu raggiungere fino a 270 kW, consentendo una ricarica dall’10% all’80% in circa 21 minuti presso le colonnine di ricarica veloce.



Le due versioni del Macan Electric offrono rispettivamente motorizzazioni da 300 kW (408 CV) e 470 kW (639 CV), con un consumo energetico compreso tra 21,1 e 17,9 kWh/100 km nel ciclo combinato Wltp. L’autonomia dichiarata nel ciclo combinato Wltp varia da 516 a 613 km, mentre in citt, secondo le norme Wltp, pu raggiungere valori compresi tra 665 e 784 km.


Le performance di accelerazione sono notevoli, con il Macan Electric 4 che raggiunge i 100 km/h in 5,2 secondi e il modello Turbo in soli 3,3 secondi. Senza limiti, le due varianti possono raggiungere velocit massime di 220 e 260 km/h rispettivamente.


Porsche Macan


Durante l’evento a Singapore, Oliver Blume, presidente del consiglio direttivo di Porsche AG, ha dichiarato: “Stiamo portando la Macan a un livello completamente nuovo con eccezionali E-performance, la nuova driver experience e un design di grande effetto”.


Nonostante la somiglianza esteriore con il modello attuale con motore termico, destinato ad essere ritirato dal mercato europeo nel 2025 per mancanza di conformit alle norme sulla sicurezza informatica, il Macan Electric presenta un passo pi lungo di 86 mm e sbalzi anteriori e posteriori ridotti. La piattaforma elettrica ha permesso miglioramenti nelle proporzioni, nell’abitabilit e nella linea complessiva, conferendo al veicolo un aspetto pi da SUV-coup.


Porsche Macan


Quanto alla nuova direttiva europea sulla cybersecurity, questa punta non solo ad adeguamenti tecnici alle centraline, ma modifica radicalmente i processi nella fase di sviluppo. Lobiettivo delle nuove normative UE di proteggere le architetture elettroniche dei veicoli da potenziali attacchi hacker, equiparando sempre pi le auto a dispositivi informatici ed evidenziando i rischi che ci pu comportare.

Source link