Uil.it in down da una settimana per l’attacco di Anonymous


Il collettivo di hacker ha messo nel mirino alcuni portali nell’ambito di una campagna sulle morti bianche. Quello del sindacato è ancora irraggiungibile

Il sito della Uil è stato attaccato da Anonymous Italia nella giornata di mercoledì 26 giugno (fonte: Anonymous ita)

È ancora offline, dopo una settimana dall’attacco informatico dello scorso 26 giugno, il sito internet della Uil, uno dei tre sindacati confederali. A “buttare giù” il sito, il collettivo di hacktivisti Anonymous Italia. L’attaccoha colpito anche il Centro assistenza dipendenti e pensionati Caf Aic e il sito del Sindacato nazionale lavoratori scuola. Ed è il secondo attacco della campagna incentrata sulle morti bianche.

Gli hacker hanno rivendicato l’attacco per attirare l’attenzione sugli “incidenti mortali sul lavoro, dette anche “morti bianche”. Sono già 303, il 5,9% in più rispetto al 2018, i morti per infortuni sui luoghi di lavoro nel 2019”.

Sebbene gli altri due siti vittime dell’attacco informatico siano già stati ripristinati, il sito della Uil è ancora in down. Il collettivo ha dichiarato di aver lasciato a disposizione del team informatico i file di backup per rendere più facile il ripristino del portale.

Messaggio di errore che appare quando si cerca di raggiungere il sito della Uil (screenshot Google Chrome)

Il precedente

Si ripropone quindi lo stesso scenario accaduto a febbraio, quando gli hacktivisti di Anonymous Italia “bucarono” il sito del ministero dell’Ambiente. Nonostante gli Hacker dichiararono in un’intervista con Wired di aver limitato “i danni al data breach e al deface con tanto di backup delle home page per facilitare il ripristino dei portali” il sito ci mise una settimana per tornare operativo.

 

Potrebbe interessarti anche





Source link