Da Wired.it :

Non poteva che arrivare dal Giappone quello che potrebbe essere a tutti gli effetti il primo caso di frode bancaria operata da un pesce a danno di un umano avvenuta in circostanze piuttosto curiose mentre era in corso una partita all’ultimo titolo dei Pokémon, Scarlatto e Violetto. Il protagonista, suo malgrado, di questa storia è uno dei vari piccoli pesci domestici che l’utente Mutekimaru su YouTube stava facendo nuotare davanti alla webcam in occasione delle regolari dirette di gameplay: utilizzando uno speciale controller posizionato accanto alla vaschetta, è infatti possibile captare i movimenti del pesciolino e tradurli in comandi sul gioco. Tutto molto bello, se non fosse che uno dei vari bug di Scarlatto e Violetto abbia causato un bel grattacapo.

Durante la diretta e in un momento molto delicato quando era pronta la sfida a un capopalestra, il bug ha mandato il gioco in crash e l’ignaro pesce ha continuato a sguazzare nella vaschetta facendo muovere il cursore e selezionando voci nel menu della console. E così si è spostato nelle impostazioni, ha cambiato il nome del profilo ed è entrato nell’eShop ovvero il negozio di contenuti interno. Qui, ha letto i termini di servizio, ha chiuso e riaperto lo store e ha combinato il pasticcio più importante mostrando i dati della carta di credito Visa dell’utente. Non pago, ha poi trasformato le monete d’oro in 500 yen (3,54 euro) e ha acquistato un oggetto cosmetico per il golf di Nintendo Switch Sports.

Il video dell’insolita performance

Di certo la disavventura ha portato molta visibilità al creator, che però ha richiesto un rimborso a Nintendo, ottenendolo. E ora è tornato a far giocare i suoi piccoli amici. Di recente, un pesce siamese combattente di Muekimaru era riuscito a completare Pokémon Zaffiro del 2002 in diretta streaming, prima di ritirarsi e godersi la gloria.



[Fonte Wired.it]