Una parte dello strumento MIRI del telescopio spaziale James Webb è attualmente fuori uso

da Hardware Upgrade :

Il telescopio spaziale James Webb ci ha sorpreso recentemente con le nuove immagini di Nettuno e Marte mostrando dettagli mai visti prima e ottenendo nuovi dati utili per conoscere meglio i due pianeti del Sistema Solare. Non sono mancate poi immagini spettacolari come quelle della Nebulosa di Orione e della Nebulosa Tarantola. Non tutto però sta procedendo come dovrebbe.

Nelle scorse ore è stato diffuso un comunicato ufficiale dove si può leggere come una parte dello strumento Mid-Infrared Instrument, conosciuto anche come MIRI, è attualmente non funzionante a causa di un problema rilevato in precedenza. Non è ancora il momento di darlo “per perso” e gli ingegneri stanno lavorando al ripristino completo delle sue funzionalità. Bisogna però considerare che si tratta di operare su uno strumento che si trova a 1,5 milioni di km dalla Terra senza possibilità di intervento diretto da parte di un equipaggio. Le operazioni dovranno quindi essere svolte necessariamente da remoto. Ecco quello che sappiamo.

Il problema allo strumento MIRI del telescopio spaziale James Webb

Secondo quanto riportato nel blog ufficiale della missione, è stato rilevato che una delle modalità che MIRI può impiegare per l’osservazione dell’Universo non funzionava correttamente intorno al 24 agosto. In particolare si è fatto riferimento alla spettroscopia a media risoluzione (MRS) con il sistema che aveva un attrito anomalo durante il suo utilizzo.

miri jwst

La parte interessata sarebbe una ruota che serve a selezionare tra lunghezze d’onda corte, medie e più lunghe. Il 6 settembre è stato convocato un comitato per discutere la problematica e trovare una soluzione da applicare. Questo ha portato alla decisione di bloccare le operazioni che coinvolgono la spettroscopia a media risoluzione del telescopio spaziale James Webb.

miri jwst

La NASA ha tenuto a precisare che il telescopio spaziale è comunque in buona salute e le altre tre modalità operative di MIRI funzionano correttamente (imaging, spettroscopia a bassa risoluzione e coronagrafia). Questo quindi limita solo in parte le capacità di JWST anche se ovviamente si punterà a far tornare funzionante anche quest’ultima modalità di MIRI. Stando a quanto riportato durante lo IAC 2022, l’agenzia spaziale per voce di Thomas Zurbuchen (amministratore associato dell’agenzia) ha dichiarato di volersi assicurare che funzioni correttamente. Eric Smith (che lavora al JWST) ha aggiunto che le misure prese finora sono state più che cautelative mentre si cerca la motivazione dell’aumento dell’attrito.

Bisogna poi considerare che lo strumento Mid-Infrared Instrument è quello che lavora alla temperatura più bassa (pari a circa 7 K) raggiunta intorno al 19 aprile. Dovendo rilevare lunghezza d’onda più lunghe rispetto a quelle di NIRSpec, NIRCam e FGS la produzione di calore durante il suo funzionamento ha un’interferenza ancora maggiore. Novità dovrebbero essere comunicate nei prossimi giorni con la possibile ripresa delle operazioni di MIRI.


Idee regalo,
perch perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!


Source link