Una Tesla Model S alla prova di un crash test


La protezione al volante è un tema centrale per case, automobilisti e organizzazioni che eseguono i test. E,come dimostra questo video, anche un brand di punta dell’automotive a volte può far fatica

Protezione e tranquillità al volante non sono solo parole vuote: ecco perché anche le vetture più belle esteticamente e avanzate dal punto di vista tecnologico devono superare specifici stress test per dimostrare performance adeguate sul fronte della sicurezza.

Negli States c’è un’organizzazione non profit, l’Insurance Institute for Highway Safety (Iihs) che tra i suoi obiettivi ha proprio quello di ridurre le perdite dovute a incidenti autostradali. Le valutazioni di questo organismo possono aiutare i consumatori a fare scelte più consapevoli; inoltre l’Iihs assegna anche due premi, il Top Safety Pick e il Top Safety Pick+, che identificano i migliori veicoli dell’anno in varie categorie, partendo da fattori dimensionali.

In questo video capiremo come funziona il tutto e scopriremo anche perché nel 2017 l’organizzazione ha fatto arrabbiare un po’ Elon Musk, non concedendo alla Tesla Model S il top rating nella categoria “small overlap frontal crash test”, quella che simula cosa succede quando l’angolo anteriore sinistro di un veicolo si schianta contro una barriera rigida a una certa velocità. Elon ha tante qualità, ma forse sull’incassare le critiche deve ancora lavorare un po’.

 

 

Potrebbe interessarti anche





Source link