Web Summit, tutto quello che ci ha colpito nell’edizione 2022


Un ritorno ai numeri pre-pandemia per il Web Summit, con oltre 71mila partecipanti da 160 paesi del mondo: quasi 2.300 startup, oltre 1.000 investitori e 2.000 giornalisti accreditati per questa fiera della tecnologia nata a Dublino oltre 10 anni fa, ma diventata grande qui a Lisbona.

Protagonisti criptovalute e metaverso

Tra i temi più battuti quest’anno ci sono le criptovalute e la tecnologia Blockchain, con la presenza del fondatore e CEO di Binance, Changpeng Zhao, noto come CZ, che ha partecipato con una quota di minoranza all’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk e ha annunciato un team per capire come le tecnologie della sua piattaforma, che è fornitore di infrastrutture per criptovalute, potranno essere utili nella nuova era del social network sotto la guida di Musk. “Le Crypto sono probabilmente la cosa più stabile in un mondo così dinamico – ha detto CZ nella serata d’inaugurazione del Summit -. Siamo entusiasti di poter aiutare Elon a realizzare una nuova visione per Twitter. Miriamo ad ampliare l’uso e l’adozione della tecnologia crypto e della blockchain nei social media”.

 

L’altro tema molto battuto al Web Summit è stato quello del Metaverso. Siemens ha presentato il progetto pionieristico italiano del Giardino di Nemo, una serra sottomarina al largo della Riviera Ligure. I visitatori sono stati letteralmente immersi, con tanto di odori subacquei (che si respiravano dai visori) in un’agricoltura subacquea sostenibile, per mostrare come la tecnologia dei digital-twin di Siemens permetta di ottenere dati in tempo reale digitalizzando i processi di coltivazione. L’obiettivo del giardino di Nemo è quello di creare un prototipo di biosfera in cui le piante possano essere coltivate sott’acqua. Siemens vi ha abilitato un metaverso-industriale e l’uso dei “gemelli digitali” migliorando la produttività e i processi.

Il successo delle startup italiane

Più di cento le startup italiane o fondate dagli italiani all’estero presenti, un record per il Web Summit, ha segnalato il creatore dell’evento Paddy Cosgrave.

Genius Loci che è una piattaforma di Geo-Intelligence che utilizza dati satellitari combinati con altri database, crea modelli di intelligenza artificiale che generano indicatori del livello di rischio di incendi, allagamenti, o altre calamità sul territorio europeo. Il Ceo Romeo Zitarosa ci ha mostrato come gli algoritmi di machine learning e AI creano una mappa del rischio fisico, che può esser utilizzata per l’individuazione di immobili e terreni per l’installazione di impianti fotovoltaici o per la valutazione ESG degli investimenti.

4Gift ha presentato in anteprima al Web Summit “una nuova esperienza di fare un regalo” che al tempo stesso previene l’acquisto sbagliato. Il suo founder Giorgio Finzi ci ha mostrato come una e-gift anticipa virtualmente il regalo con un messaggio personalizzato. Chi la riceve può poi personalizzare il regalo, fino anche a cambiarlo completamente, prima di vederlo recapitato nelle proprie mani.

Una startup abruzzese ha presentato Astrakode, che permette di creare soluzioni di blockchain senza essere esperti di codice.

Sull’intelligenza artificiale troviamo Cyberneid che genera una identità digitale per il know-your-customer, quella procedura che gli enti finanziari richiedono, per firmare contratti e documenti; un sensore NFC sul telefono legge i dati contenuti nel chip del documento d’identità e abbinato al riconoscimento facciale, identifica il cittadino.

Tra le altre delegazioni nazionali quella emiratina di Dubai si è concentrata sullo sport-tech e ha presentato Ultrahuman, un wearable che raccoglie dati sul metabolismo umano, analizza l’allenamento, il sonno e che cosa si mangia attraverso un adesivo sul braccio oppure un anello, e invia notifiche in caso di disturbi alimentari o prolungata inattività fisica.

 

Restando sullo sport tech, l’ex calciatore Alessandro Del Piero, ha partecipato al Web Summit in qualità di ambassador di Socios.com, una piattaforma creata per facilitare una connessione più attiva tra tifosi e società di calcio, attraverso i “fan tokens”, asset digitali che consentono ai tifosi di avere voce su alcune decisioni in relazione alle squadre che supportano. Del Piero ha detto al Summit che la tecnologia blockchain può migliorare l’esperienza dei fan. 

Chiudiamo questa rassegna con l’Ucraina, che da anni partecipa attivamente alla manifestazione, ma a questa edizione si è aggiunta a sorpresa direttamente a Lisbona la first lady Olena Zelensky che dal palco centrale del Summit ha raccontato di come la tecnologia di guerra stia salvando le vite. Il settore hi-tech ucraino ha avuto un’impennata sei volte superiore rispetto alla media globale: le aziende tecnologiche del paese hanno raccolto quasi 350 milioni di dollari di investimenti nella prima metà del 2022 e il reparto sta dando prova di grande vitalità nonostante la drammatica situazione in cui versa il paese.



fonte : skytg24