Seleziona una pagina

da Hardware Upgrade :

Con un annuncio attraverso l’account X (Twitter) ufficiale, Xbox ha fatto sapere che l’atteso evento in cui i vertici dell’azienda riveleranno il futuro del brand avr luogo gioved 15 febbraio alle 21:00 (ora italiana). Le novit saranno condivise attraverso un podcast a cui prenderanno parte Phil Spencer, responsabile di Xbox, Sarah Bond, presidente di Xbox, e Matt Booty, vertice per gli studi interni.


In particolare, il post specifica che il “terzetto” condivider informazioni sul futuro del business Xbox, quindi verranno sciolti tutti i dubbi (o quasi) sorti dalle voci diffuse negli ultimi giorni. Si parler in particolare dei titoli first-party che arriveranno sulle piattaforme concorrenti e, con tutta probabilit, del percorso che intraprender la piattaforma, nel senso di console fisica vera e propria.

Secondo alcune gole profonde, Microsoft sarebbe intenzionata a portare alcune delle sue ultime esclusive su PlayStation e Nintendo. I primi due titoli pare siano Hi-Fi Rush e Sea of Thieves, ma poco dopo sono spuntati anche nomi altisonanti di Bethesda Softworks quali Starfield e Indiana Jones e l’Antico Cerchio, quest’ultimo presentato solo di recente.

Queste voci hanno scatenato una vera e propria isteria tra i giocatori Xbox che hanno avuto reazioni talvolta bizzarre, altre decisamente deprecabili arrivando a minacciare i dipendenti di Microsoft. Indubbiamente si tratta di una situazione piuttosto difficile per la societ di Redmond che andava chiarita il prima possibile.

Tuttavia, a differenza anche di alcuni colleghi, l’apertura di Microsoft verso nuove piattaforme non ci sembra una cattiva idea, anzi. Giochi come Hi-Fi Rush su Nintendo Switch potrebbero trovare ampio apprezzamento considerando il target dell’ibrida. Dal canto suo Sea of Thieves su PlayStation, attraverso il cross-play, aumenterebbe la platea di utenti dando una rimpinguata ai server di gioco. In entrambi i casi, sarebbero nuove fonti di profitto per Microsoft.

Certo, si potrebbe obiettare che una console senza esclusive perderebbe completamente di senso spingendo gli utenti a prediligere una piattaforma concorrente dal momento che quelle esperienze sarebbero ugualmente disponibili. Questo dipender esclusivamente da come Microsoft intende giocare la carta di Game Pass: relegare l’abbonamento alla propria piattaforma, data la popolarit ottenuta in questi anni, consentirebbe a Microsoft di mantenere un valore aggiunto nei confronti di quei giocatori interessati alle sue esperienze.

chiaro che si tratti di mere ipotesi e solo gioved sapremo con certezza cosa accadr alla divisione Gaming della societ di Redmond. Naturalmente, noi vi terremo aggiornati su tutto ci che di rilevante verr comunicato il prossimo 15 febbraio.

Source link