Da Punto-Informatico.it :

Conto Corrente Arancio è una soluzione smart per chi vuole un conto a Zero Spese completo di tutto.  Aprilo oggi stesso per ottenere il 3% di tasso di interesse annuo lordo per i primi tre mesi sulle somme vincolate su Conto Arancio. In questo modo hai tanti vantaggi.

Primo fra tutti un tasso di interesse tra i più alti mai offerti da una banca. Secondo, i tuoi risparmi sono al sicuro con ING. Terzo, non si svalutano e puoi combattere l’inflazione con un metodo senza rischi ed efficace. Quarto, hai tutto sotto controllo dalla comoda App ufficiale.

Cosa stai aspettando? Scopri tutti i vantaggi che puoi avere grazie a questa pratica, economica e intelligente soluzione. Per ottenere tutto gratis devi solo attivare il tuo nuovo conto e accreditare lo stipendio o la pensione. Se sei un libero professionista almeno 1000 euro al mese.

Conto Corrente Arancio: hai tutto incluso e gratis, per sempre

Con Conto Corrente Arancio non ci sono sorprese. Tutto è chiaro e gratuito se segui i nostri consigli. Accreditando stipendio o pensione ottieni tutto a Zero Spese. Avrai prelievi di contante con carta di debito in Italia e in Europa senza commissioni o costi aggiuntivi presso tutti gli ATM.

I bonifici SEPA fino a 50.000 euro online o tramite servizio clienti sono completamente gratuiti per sempre. Inoltre, il rilascio dei moduli di assegni per il primo anno è gratis. Dal secondo anno, al bisogno ti costerà 7,50 euro cadauno. Insomma, una vera e propria soluzione vantaggiosa.

Aggiungici che per i primi tre mesi otterrai il 3% annuo lordo sulle somme vincolate con Conto Arancio, il conto deposito collegato al tuo Conto Corrente Arancio, e sei in paradiso. Accessibile dalla pratica app di ING potrai verificare tu stesso l’andamento dei tuoi risparmi. Dopo i tre mesi avrai comunque lo 0,50%.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.



Fonte Punto Informatico Source link